Sabbia rubata nell'Oristanese venduta online da un tedesco

Il sindaco di Cabras si rivolge a carabinieri e procura
Il sindaco di Cabras si rivolge a carabinieri e procura
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CABRAS, 17 AGO - La sabbia rubata a Is Arutas venduta su Ebay. La singolare asta online è stata avviata da un cittadino tedesco. Ma la sua azione non è passata inosservata: il sindaco di Cabras, Andrea Abis, si è già rivolto ai carabinieri e alla Procura di Orisitano affinché la vendita venga bloccata. "Il prelievo di sabbia dalle spiagge di Is Arutas, Mari Ermi e Maimoni è purtroppo un problema sempre attuale, ed è nostra intenzione contrastarlo in qualunque modo - afferma il primo cittadino -. La sabbia di quarzo di Is Arutas in vendita speculativa su internet è veramente insopportabile. Spero che la Procura riesca a bloccare questi delinquenti e nel caso chiederemo che paghino un conto salato". Durante il ponte di Ferragosto, inoltre, sono scattate le prime multe per i furti di sabbia e conchiglie da Is Arutas. Nel mirino della polizia municipale sono finiti quattro turisti, due italiani e due danesi: per loro una sanzione di mille euro. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Orban apre la campagna elettorale di Fidesz: "In Ucraina Bruxelles gioca col fuoco"

Iran-Israele, il conflitto è diretto: il pericolo di missili, raid e arsenali nucleari

New York, uomo si dà fuoco davanti al tribunale del processo a Donald Trump