EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Volevano interrompere Italia-Romania, denunciati ecoattivisti

Sette di ultima Generazione, digos ha sequestrato materiale
Sette di ultima Generazione, digos ha sequestrato materiale
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VERONA, 16 AGO - Sette persone appartenenti a 'Ultima Generazione' sono state fermate e denunciate dalla Polizia di Verona poco prima della partita inaugurale dei Campionati europei di pallavolo femminile Italia-Romania all'Arena di Verona. Anche grazie a una segnalazione pervenuta sull'app YouPol, la Questura scaligera ha attivato servizi mirati di monitoraggio degli attivisti più conosciuti, con la collaborazione delle Digos di altre province già interessate ad azioni di disturbo e danneggiamento al patrimonio artistico. Dei sette fermati - quattro donne e tre uomini di età compresa tra i 24 ed i 41 anni - tutti noti per attività illecite commesse in passato nelle azioni di protesta, ci sono tre persone provenienti dalle province di Roma, Trieste e Milano. Gli altri fermati sono veronesi e padovani. Secondo gli elementi emersi nel corso delle indagini il piano, un vero e proprio progetto studiato nei minimi dettagli, prevedeva di accedere all'Arena con biglietti regolarmente acquistati diverse settimane prima attraverso un'identità fittizia, trovando posto nei settori più vicini al campo da gioco ma a distanza tra loro, in modo da poter agire simultaneamente rendendo più difficile l'intervento di Forze dell'ordine e degli steward. Gli agenti hanno fermato gli attivisti in due distinte operazioni. A bordo di alcune auto sono stati rinvenuti e sequestrati striscioni contro i combustibili fossili, materiali per l'imbrattamento, colla, polvere nera e arancione, bottiglie con liquidi collosi, coriandoli, fascette da elettricisti per "auto-ammanettarsi" sul terreno di gioco e telefoni cellulari. L'operazione, coordinata dalla Procura veronese, ha così permesso di evitare potenziali danni all'Arena e un grave danno d'immagine alla serata trasmessa in Mondovisione. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cuba, in centinaia in fila per salire a bordo della fregata russa in visita a L'Avana

Brindisi: proteste contro il “G7 della guerra”

Elezioni Regno Unito: il ritorno di Nigel Farage, i conservatori perdono voti