Violenza sessuale in un parco nel Milanese, un fermo

A tradire l'indiziato è stato un tatuaggio
A tradire l'indiziato è stato un tatuaggio
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 11 AGO - Un uomo di 37 anni, di origine srilankese, è stato fermato dai Carabinieri con l'accusa di violenza sessuale per aver aggredito una donna di 25 anni il 5 agosto scorso al Parco 2 di Rozzano alle porte di Milano. A tradirlo sarebbe stato un vistoso tatuaggio. L'uomo, secondo le accuse, avrebbe aggredito la ragazza mentre si recava a lavoro, gettandola a terra, molestandola, prima di essere messo in fuga da alcuni passanti. Le indagini sono partite dall'analisi di telecamere e dalla descrizione della vittima e hanno portato a individuarlo tra i fotosegnalati. A casa sua poi gli investigatori hanno trovato gli abiti ritenuti quelli usati durante l'aggressione, e la vittima lo avrebbe riconosciuto. L'uomo si trova a San Vittore in attesa della convalida del fermo. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, aumentano gli aiuti umanitari ma preoccupa la crisi idrica

È morto Roberto Cavalli, lo stilista fiorentino aveva 83 anni

Le notizie del giorno | 12 aprile - Serale