EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Racket hotel Astor, 'pm ha interrogato zio ma non su Kata'

Difensore, 'tutti hanno risposto. Nessuna domanda sul sequestro'
Difensore, 'tutti hanno risposto. Nessuna domanda sul sequestro'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - FIRENZE, 10 AGO - "Non sono state poste domande inerenti l'indagine aperta per il sequestro di persona della piccola Kata, in cui Alvarez Vasquez Argenis Abel, è persona offesa" ai quattro peruviani interrogati stamani dal pm Christine von Borries, tra cui appunto lo zio di Kata, la bimba scomparsa a Firenze dall'hotel Astor due mesi fa. Lo riferisce il loro difensore, avvocato Elisa Baldocci. I quattro sono agli arresti in carcere per le accuse di racket degli affitti estorti all'ex hotel Astor. I quattro, sottolinea l'avvocato Elisa Baldocci che li difende, sono stati sentiti "come indagati nell'ambito del procedimento relativo ad alcuni episodi avvenuti dentro l'hotel Astor nel periodo compreso dal gennaio 2023 sino al 28 maggio" e "tutti hanno risposto alle domande del pubblico ministero e chiarito la loro posizione fornendo ulteriori dettagli circa la loro ricostruzione dei fatti". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: tributi dall'Europa per Biden dopo il ritiro dalla corsa alla presidenza

Le notizie del giorno | 22 luglio - Mattino

Stati Uniti: Joe Biden si ritira dalla corsa presidenziale, appoggio a Kamala Harris