EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Ragazzo investito,spedizione punitiva contro casa indagato

L'uomo è ai domiciliari. Hanno urlato 'ti ammazziamo'
L'uomo è ai domiciliari. Hanno urlato 'ti ammazziamo'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NEGRAR, 09 AGO - Una spedizione punitiva organizzata da una trentina di persone, travisate, ha preso di mira ieri pomeriggio la casa di Davide Begalli, il pirata della strada accusato di aver ucciso il 14enne Chris Obeng Abon, fuggendo senza prestare soccorso. Il gruppo è arrivato alla porta d'ingresso della casa dove il 39enne sta scontando i domiciliari e l'ha colpita con pugni e sassi. "Viene fuori, che ti ammazziamo", hanno urlato. Per il legale dell'uomo, si tratta delle conseguenze della "gogna mediatica" cui è stato sottoposto Begalli. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Yemen: attacco di Israele contro Hodeida, morti e feriti nella città controllata dagli Houthi

Guerra a Gaza: decine di morti nel campo di Nuseirat, la Nuova Zelanda contro Israele

Pakistan: tre morti e venti feriti in un attacco durante una marcia per la pace