EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Disabile varesotto senza aiuti economici per una firma mancante

Interrogazione Ferrazzi (Lombardia migliore) a giunta Fontana
Interrogazione Ferrazzi (Lombardia migliore) a giunta Fontana
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 03 AGO - Un ragazzo di Cuveglio, in provincia di Varese, è stato escluso da aiuti economici fondamentali per alleviare il suo stato di grave disabilità per una firma su un modulo, compilato peraltro dai funzionari degli stessi enti che gli hanno negato il contributo. E' quanto si legge sul quotidiano online 'Malpensa 24'. Il consigliere lombardo Luca Daniel Ferrazzi (Lombardia migliore-Letizia Moratti) ha presentato una interrogazione alla giunta del governatore Attilio Fontana. Perché i fondi sono regionali e la Regione, secondo lui, ha il dovere morale di intervenire per sanare questa "palese ingiustizia". La vicenda è relativa al caso del bando per l'assegnazione di buoni sociali in favore di persone non autosufficienti pubblicato dalla Comunità montana Valli del Verbano. "Proprio due assistenti sociali dipendenti di questo ente e due operatori sanitari dell'Asst Sette Laghi si sono recati a casa del giovane per la compilazione della domanda di contributo. Lui naturalmente si è affidato a loro, ma a quanto pare ha riposto la fiducia nelle persone sbagliate. In quattro persone, a quanto pare, non erano sufficienti a completare i moduli correttamente", riporta 'Malpensa 24'. Lo scorso 10 luglio, racconta Ferrazzi, il disabile ha ricevuto tramite pec del genitore una nota della Comunità Montana Valli del Verbano in cui gli veniva comunicata l'esclusione della domanda dalla graduatoria in quanto carente di una delle due firme nella parte riguardante la privacy. "Peraltro la meno importante: è stata omessa infatti una firma intermedia, ma era comunque stata apposta quella conclusiva - sottolinea il consigliere regionale -. Oltretutto vorrei evidenziare che ha firmato esattamente dove gli è stato indicato dal personale preposto che ha compilato la domanda. Il padre ha immediatamente richiesto la revisione dell'istanza, ma "fino a oggi non ha ricevuto riscontro". "Chi ha sbagliato a fargli compilare la domanda non ne vuole sapere di prendersi la responsabilità - conclude Ferrazzi - ora ricorrerà al Tar". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nato: governo italiano contro nomina di uno spagnolo a rappresentante speciale per il Mediterraneo

Putin ospita il siriano Assad al Cremlino, mentre sale la tensione in Medio Oriente

VIDEO: Un attacco aereo russo colpisce un ecoparco nella regione di Kharkiv