EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Massimo 500 persone sulla spiaggia di Cala Luna

Grig: 'Regione incapace e imprenditori miopi, bene il prefetto'
Grig: 'Regione incapace e imprenditori miopi, bene il prefetto'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - DORGALI, 02 AGO - Quattrocento o 500 persone come numero massimo di presenze in contemporanea sulla spiaggia di Cala Luna nelle settimane di agosto, periodo di massimo assalto all'arenile, gioiello del golfo di Orosei, raggiungibile solo via mare o attraverso un sentiero da Cala Fuili. E' questo il contenuto della circolare che sarà emanata tra giovedì e venerdì, dal Prefetto di Nuoro Giancarlo Dionisi, per la tutela ambientale della cala e per la sicurezza delle persone. Il provvedimento è una sorta di mediazione dopo lo stop all'ordinanza sul numero chiuso. Le misure adottate sono già operative da oggi dopo le disposizioni, impartite dal Prefetto al Comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico convocato ieri mattina in Prefettura, dopo le polemiche che avevano investito la sindaca di Dorgali, Angela Testone, che aveva annunciato di voler emanare un'ordinanza per il numero chiuso dall'1 agosto al 15 settembre. Ad andare contro il provvedimento della prima cittadina, che ha rivelato di "pressioni subite al limite delle minacce", erano stati prima i trasportatori marittimi preoccupati della riduzione del numero dei biglietti. Ma poi c'era stata anche la querelle con il sindaco di Baunei Stefano Monni, comune che vanta anch'esso giurisdizione sulla spiaggia e che rivendica un provvedimento condiviso. Il prefetto a ottobre convocherà tutte le parti - i sindaci, vari assessorati regionali, gli operatori economici - per ragionare sul regolamento da adottare sulla cala a partire dalla stagione 2024. "E' necessario un confronto tra istituzioni e operatori turistici e una condivisione il più larga possibile che trovi un punto di caduta tra le esigenze di tutela dell'ambiente e dell'iniziativa economica privata", ha detto il prefetto Dionisi . (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Premierato e Autonomia, cosa sono: elezione del premier, iter costituzionale e poteri delle Regioni

La Cina apre un'indagine sulle importazioni di carne di maiale dall'Ue

Francia, Bardella: l'Ucraina deve difendersi ma non invieremo i soldati francesi a combattere