EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Casellati visita in ospedale il carabiniere ferito in sparatoria

Ministro incontra anche militare che aveva sparato a stalker
Ministro incontra anche militare che aveva sparato a stalker
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PADOVA, 31 LUG - "Sono due eroi". Così si è espresso il Ministro per le riforme istituzionali e la semplificazione normativa Elisabetta Casellati dopo aver incontrato stamane all'ospedale di Padova al vice brigadiere Marco Scuderi, il carabinieri rimasto seriamente ferito durante un'operazione di servizio il 14 luglio scorso. Il militare era stato investito con un furgone da un uomo (già denunciato per stalking) che poi era stato freddato da un collega, mentre si lanciava contro Scuderi con un coltello. Accompagnata dal Prefetto di Padova, dal Comandante interregionale e dal Comandante provinciale dei Carabinieri, Casellati ha prima fatto visita nel reparto dov'è ricoverato al vice brigadiere Scuderi; successivamente ha salutato il carabiniere scelto Vittorio Stabile, che nell'occasione era stato costretto ad aprire il fuoco contro il l'aggressore per salvare la vita al collega. "Sono i nostri angeli in divisa" ha detto Cellati, citandoli come "esempi sia da un punto di vista professionale che umano". Dal ministro sono state rivolte parole di "apprezzamento anche per i medici e gli operatori sanitari di Padova che hanno soccorso e prestato le cure al vicebrigadiere Scuderi dopo il ferimento". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Calcio, il francese Kylian Mbappé mette in guardia dagli estremismi prima delle elezioni

Festa per l'Eid al-Adha: migliaia di pellegrini musulmani celebrano i riti finali dell'Hajj

Riportate tutti a casa: Migliaia di persone a Tel Aviv chiedono il rilascio degli ostaggi di Hamas