EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Rissa con coltellate a Venezia, tre feriti, uno è grave

Protagonisti due gruppi di stranieri, fermati gli aggressori
Protagonisti due gruppi di stranieri, fermati gli aggressori
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VENEZIA, 30 LUG - Tre stranieri sono rimasti feriti a coltellate, di cui uno grave, in una rissa con altri tre bengalesi alle prime ore di oggi in piazzale Roma a Venezia. Gli aggressori, secondo quanto si è appreso in ambienti vicino agli inquirenti, sono stati fermati e portati in questura. Dei tre feriti (due tunisini e un bengalese), uno è in gravi condizioni e sono stati ricoverati tutti all'ospedale all'Angelo di Mestre. Tutto ancora da chiarire i contorni della vicenda che ha visto intervenire sul piazzale, che dista un centinaio di metri dalla sede della Questura, tre pattuglie delle volanti. Sembrerebbe che due tunisini e un kossovaro avessero avuto un battibecco piuttosto energico con un tassista al quale avevano chiesto un passaggio che è stato loro negato perché già impegnato con altri due clienti. I tre aggressori si sarebbero avvicinati e i toni tra i due gruppi di stranieri si sono fatti particolarmente accessi e la situazione è degenerata. Un tunisino è stato colpito con tre coltellate, di cui una al collo ed è ancora in prognosi riservata. L'altro connazionale è stato giudicato guaribile in 30 giorni, più lievi invece le ferite di uno dei bengalesi. La polizia sta ultimando gli accertamenti per chiarire la vicenda il cui rapporto sarà inviato alla magistratura lagunare. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra a Gaza: tensione tra Israele e Hezbollah, Cuba si unisce alla causa del Sudafrica

Enrico Letta potrebbe essere l'asso nella manica di Macron nel gioco dei vertici dell'Ue contro l'estrema destra

Svizzera: in carcere per sfruttamento i membri della famiglia miliardaria Hinduja