EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Traffico illegale rifiuti pericolosi, un arresto a Cagliari

Operazione Noe. Otto indagati, sequestrato un impianto
Operazione Noe. Otto indagati, sequestrato un impianto
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 27 LUG - Raccoglievano e ricevevano rifiuti metallici anche particolarmente inquinanti da conferitori non autorizzati, poi li smaltivano in un loro impianto a Decimomannu (Cagliari) che non aveva tutte le autorizzazioni per trattare rifiuti speciali, infine rivendevano i rifiuti alle ditte che li riciclavano. Lo hanno scoperto i carabinieri del Noe di Cagliari che oggi hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare, una ai domiciliari e un obbligo di dimora, richieste dalla Dda di Cagliari e firmate dal Gip del capoluogo. I destinatari dei provvedimenti residenti a Uta e Cagliari, lavoravano per una impresa di trattamento e recupero di rottami ferrosi e metallici, pneumatici e rifiuti anche tossici e nocivi con sede a Decimomannu. L'impianto, ma anche i conti correnti della società per un valore complessivo di oltre un milione di euro, sono stati sequestrati. Indagate a piede libero altre sette persone riconducibili all'azienda di Decimomannu. Per tutti le accuse ipotizzate sono associazione per delinquere finalizzata al traffico di rifiuti speciali pericolosi e ricettazione. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra a Gaza: tensione tra Israele e Hezbollah, Cuba si unisce alla causa del Sudafrica

Enrico Letta potrebbe essere l'asso nella manica di Macron nel gioco dei vertici dell'Ue contro l'estrema destra

Svizzera: in carcere per sfruttamento i membri della famiglia miliardaria Hinduja