EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Spagna: Renzi, Sanchez è stato capace, non come Letta...

Oggi non si sa chi ha vinto, ma hanno perso gli amici di Meloni
Oggi non si sa chi ha vinto, ma hanno perso gli amici di Meloni
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - In Spagna "non si sa chi ha vinto ma si sa chi ha perso. Hanno perso i sovranisti di Vox, i "patrioti" di estrema destra, quelli su cui Giorgia Meloni faceva affidamento per replicare in Spagna ciò che è successo un anno fa in Italia". Lo dice Matteo Renzi di Iv nella sua Enews. "Ma il leader spagnolo Sanchez non ha fatto come Enrico Letta, che ha lavorato sodo per la Meloni più o meno consapevolmente. Sanchez no, Sanchez è stato capace. Ha messo in piedi ogni stratagemma istituzionale - compreso un rischiosissimo voto anticipato - per impedire alla destra di avere i numeri. Inoltre, il fatto che il Partito Popolare si sia fatto ingabbiare nell'alleanza secca con Vox è stato un errore che dovrebbe insegnare qualcosa in Europa: si vince al centro, non puntando agli estremisti. Vedremo che succederà in Spagna: il caos potrebbe portare anche a nuove elezioni. Ma attenzione: ci sarà sempre caos finché non ci sarà un meccanismo in cui si elegge direttamente il capo dell'esecutivo. Vale per la Spagna, vale per l'Italia e secondo me vale anche per l'Europa e la presidenza della Commissione", conclude. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Commissario Ue Varhelyi su premier Georgia: mie parole prese fuori da contesto

Le notizie del giorno | 24 maggio - Pomeridiane

L'Europa che voglio: politiche economiche, cosa farei da europarlamentare