EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Cgil Calabria ad Occhiuto, sospendere per caldo lavori edili

"Necessaria applicare ogni condizione di sicurezza"
"Necessaria applicare ogni condizione di sicurezza"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CATANZARO, 21 LUG - I segretari generali della Calabria della Cgil e della Fillea Cgil, Angelo Sposato e Simone Celebre, lanciano l'allarme sulle conseguenze che l'ondata di caldo che sta imperversando in questi giorni potrebbe provocare sui lavoratori del settore edile e chiedono al presidente della Regione, Roberto Occhiuto, di emettere un'ordinanza di sospensione delle attività del settore. "Sono necessarie la massima attenzione e l'applicazione di ogni condizione di sicurezza - affermano Sposato e Celebre - per i lavoratori edili che in questo periodo stanno svolgendo la loro attività in una situazione di estremo disagio e di possibile pericolosità a causa del caldo estremo". "A fronte dei primi interventi di emergenza già attuati a seguito di preoccupanti colpi di calore e della previsione di temperature ancora alte nei prossimi giorni - aggiungono I due dirigenti della Cgil calabrese - è necessario che le aziende adottino tutte le misure utili, come informative sugli effetti del calore, controllo della temperatura e dell'umidità del luogo di lavoro, predisposizione di aree di riposo ombreggiate, organizzazione di orari e turni di riposo, messa a disposizione di acqua fresca, al fine di abbattere il rischio per la salute e sicurezza dei lavoratori nei cantieri edili, compreso il ricorso alla cassa integrazione guadagni ordinaria (Cigo), con la causale 'eventi meteo''. Quest'ultimo strumento é previsto nei cantieri edili nel caso in cui il termometro superi i 35 gradi, ma anche con temperature inferiori quando vengono percepite in modo elevato, come avviene in particolari lavorazioni o con un elevato tasso di umidità. A tale proposito, la Fillea Cgil Calabria ha ottenuto, insieme agli altri sindacati di categoria, la variazione dei turni di lavoro nei cantieri legati alla costruzione del terzo megalotto della statale 106 Ionica per consentire ai lavoratori di essere impiegati nelle ore meno calde". "La salute e la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori - dicono ancora Sposato e Celebre - è un diritto irrinunciabile che in un Paese civile deve fare il paio con il lavoro, che deve essere anche sinonimo di sicurezza". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni europee: von der Leyen apre a un accordo con Meloni

Carlo Acutis diventerà santo: è il primo millennial, considerato patrono di Internet

Iran, funerali Raisi: migliaia di persone per sepoltura a Mashhad, a Teheran vertice con le milizie