EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Sos rifiuti, un nuovo manager per la pulizia di Roma

Filippi: 'Normalizzerò Ama'. Gualtieri: 'E' già operativo'
Filippi: 'Normalizzerò Ama'. Gualtieri: 'E' già operativo'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 14 LUG - Il "cambio di passo" per Ama preteso dal sindaco Roberto Gualtieri ha il volto di Alessandro Filippi. Sarà lui, nominato questo pomeriggio nuovo direttore generale dell'azienda dei rifiuti, l'uomo che dovrà riprendere in mano le fila della gestione della spazzatura a Roma e uscire dall'impasse. Già domattina il nuovo manager ha convocato una riunione operativa per affrontare le criticità più urgenti. Ma, ha subito aggiunto, "vogliamo fare di questa azienda una azienda normale, che funzioni in modo tale da evitare l'emergenza ricorrente. Di fronte a quello che è strutturale dobbiamo dare soluzioni strutturali". Subito dopo il cda che ha visto uscire di scena il suo predecessore Andrea Bossola, Filippi è salito in Campidoglio per incontrare il sindaco. Ex manager di Acea, è un volto già noto in via Calderon della Barca; era già stato dg tra il 2014 e il 2016, e in quell'occasione apportò, ricorda oggi l'azienda, "radicali cambiamenti su tutti i piani gestionali societari". Un profilo decisionista e la familiarità con la 'sala comandi': sono stati questi i fattori, oltre alla sua riconosciuta professionalità, che hanno portato alla scegliere lui nella rosa dei papabili. Già questo pomeriggio, su sua proposta, il Cda ha approvato una nuova macrostruttura. "E' immediatamente operativo - ha confermato Gualtieri - già domattina ha convocato la prima riunione con tutte le prime linee per avviare immediatamente il lavoro". Bisogna sbrigarsi, cambiare rotta rapidamente è l'indirizzo del Campidoglio. Il cuore del problema, che Gualtieri ha attribuito ieri alla passata amministrazione, sembra essere in questo momento il parco veicoli. Vecchi, innanzitutto: più di 13 anni d'età, quando dovrebbero averne non più di otto, e si guastano continuamente; l'iter delle manutenzioni inoltre è stato riformato solo poche settimane fa. E poi la carenza di mezzi di grandi dimensioni. I camion saranno al centro del debutto del nuovo dg: "Abbiamo convocato la prima linea operativa per affrontare le problematiche più rilevanti, in particolare la gestione della disponibilità piena dei mezzi, essenziale per garantire sia la rimozione dei rifiuti sia lo spazzamento. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Romania: in metà del Paese si abbatte l'ondata di caldo, piogge torrenziali e tempeste nell'altra

Russia: otto vittime in un incendio a un edificio in Russia

Israele pensa a "possibile" de-escalation a Gaza, uccisa la sorella del leader di Hamas Haniyeh