Figlia Gigi Bici,'non me ne faccio nulla delle scuse di Pasetti'

Katia Criscuolo: 'Mio padre non me lo restituisce nessuno'
Katia Criscuolo: 'Mio padre non me lo restituisce nessuno'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) – PAVIA, 14 LUG – “Le scuse di Barbara Pasetti? Non me
ne faccio nulla e non mi interessano. L’avrei detto anche se
l’avessero condannata all’ergastolo”. E’ stata questa poco fa la
reazione di Katia, seconda figlia di Luigi Criscuolo, subito
dopo la sentenza di condanna a 16 anni per la donna che ha
ucciso suo padre, conosciuto da tutti a Pavia come Gigi Bici.
“L’unica cosa che conta – ha aggiunto, in lacrime, Katia
Criscuolo all’uscita del Tribunale – è che mio padre non me le
restituirà nessuno. Senza di lui la mia vita è precipitata. Ho
perso 30 chili, non riesco più ad avere un lavoro”. A poco sono valsi i tentativi degli avvocati Graziano e Yuri
Lissandrin, legali di parte civile, di consolarla spiegandole
che la condanna a 16 anni, in un processo celebrato con rito
abbreviato, era il massimo che si poteva ottenere. Quando
Barbara Pasetti è uscita dall’aula coprendosi il volto, Katia
Criscuolo le ha detto “Tanto prima o poi ci rivedremo”. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'Ue vuole convincere la Cina ad aprire alle aziende europee

Messina Denaro in coma irreversibile. Sospesa l'alimentazione

Papa Francesco a Marsiglia: "Propaganda allarmistica sui migranti. Non invadono, cercano assistenza"