EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Preso a martellate in faccia per rapina, due fermi

Nel Milanese, l'accusa è anche di tentato omicidio
Nel Milanese, l'accusa è anche di tentato omicidio
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 12 LUG - Gli agenti della Polizia di Stato di Cinisello Balsamo (Milano) hanno fermato due uomini per tentato omicidio e rapina aggravata commessi la scorsa settimana ai danni di un uomo che è stato colpito con alcune martellate al volto e coltellate. Gli agenti erano intervenuti il 7 luglio in viale Fulvio Testi perché il personale del 118 aveva segnalato la presenza di un ferito. L'uomo prima di essere trasportato in gravi condizioni all'ospedale San Gerardo di Monza, aveva riferito ai poliziotti di essere stato aggredito e rapinato di circa 2.300 euro e di diversi cellulari da due uomini. Le immagini riprese dalle telecamere a circuito chiuso di un condominio e alcune testimonianze hanno portato all'identificazione e al fermo dei presunti autori. Uno, marocchino di 40 anni, con precedenti di polizia e senza fissa dimora, è stato individuato qualche ora dopo l'aggressione e nel suo borsone sono stati trovati il martello e il coltello. Dopo poche ore è stato individuato anche il secondo: un marocchino di 23 anni, anch'egli senza fissa dimora e con precedenti di polizia: aveva con sé due telefoni cellulari della vittima. I due sono ora nella Casa circondariale di Monza a disposizione della Procura in attesa della convalida del fermo. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra a Gaza: decine di morti nel campo di Nuseirat, la Nuova Zelanda contro Israele

Pakistan: tre morti e venti feriti in un attacco durante una marcia per la pace

Blocco informatico: lento ripristino delle attività dopo l'aggiornamento di Crowdstrike