EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Paziente oncologica chiede a Asl di accelerare morte assistita

'Sono qui, vi aspetto' dice la 78enne , che ha scritto a Zaia
'Sono qui, vi aspetto' dice la 78enne , che ha scritto a Zaia
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VENEZIA, 12 LUG - Una paziente oncologia di 78 anni, residente in Veneto, ha chiesto alla propria Asl, indirizzando una lettera anche al governatore Luca Zaia, che venga accelerato l'iter che le consente di accedere alla morte assistita. E il secondo paziente veneto, dopo Stefano Gheller, ad aver visto riconosciuto questo diritto. Dopo aver ottenuto un primo via libera, ricostruisce la donna, in una nota diffusa dall'associazione Luca Coscioni, si è vista richiedere dalla Asl una ulteriore valutazione, prima della consegna della strumentazione e del farmaco necessario, senza l'indicazione di una tempistica. "La mia azienda sanitaria - scrive nella lettera inviata a Zaia - ha accertato che possiedo i requisiti per accedere all'aiuto alla morte assistita. Dall'azienda sanitaria il 6 luglio i miei avvocati sono stati avvisati che dovranno effettuare nuove verifiche sulla mia condizione; abbiamo risposto con piena disponibilità chiedendo che tutto si svolgesse entro il 12 luglio". "Ma a oggi nulla. Sono qui, vi aspetto" afferma la 78enne. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Islanda: le immagini della nuova eruzione vulcanica, migliaia le persone evacuate

Sudafrica al voto: elezioni legislative ad alto rischio per l'Anc, il partito di Mandela

"All eyes on Rafah", in milioni condividono l'immagine AI sui social dopo le stragi alle tendopoli