EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

>ANSA-LA-STORIA/Imelda, a 90 anni ad un passo dalla maturità

Finita la prova orale. 'Grazie a Dio e a Mattarella,nostro faro'
Finita la prova orale. 'Grazie a Dio e a Mattarella,nostro faro'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PERUGIA, 29 GIU - Il sogno della signora Imelda, maturanda di 90 anni, è a un passo dalla realtà. Dopo le due prove scritte anche il colloquio è stato fatto: ora non rimane che attendere il verdetto finale della commissione di esame. Questa mattina, Imelda Starnini, di Città di Castello, è uscita con il sorriso sulle labbra dall'Istituto San Francesco di Sales dove ha sostenito come esterna per l'esame di maturità ad indirizzo socio-psico-pedagogico. "Grazie a Dio e a tutti voi che avete saputo indirizzarmi con impegno pianificato e consapevole verso la realizzazione di questo mio grande desiderio", ha esclamato, accolta dalla figlia Sara, che l'ha sostenuta isieme al fratello Luca e a tutti i familiari in questa avventura. "I sogni - ha poi osservato - arricchiscono il significato della vita a qualunque età". Tra i tanti ringraziamenti, anche una dedica speciale al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: "E' il nostro faro, riferimento per tutti ed in particolare dei giovani che ama tanto a cui spesso lancia messaggi positivi", ha detto. Il dirigente scolastico, Simone Polchi, ha sottolineato che "si è concluso con grande successo il percorso che ha portato Imelda alla Maturità. Sono rimasto molto colpito da come ha affrontato le prove, la sua serietà, il suo senso di responsabilità e, non da ultimo, la qualità con cui si è espressa, sia nei due scritti sia all'orale. Dopo i faticosi anni del Covid e quasi a simbolo della ripartenza, Imelda rappresenta per tutti gli alunni italiani, un punto di riferimento saldo, un volto a cui guardare per comprendere meglio le ragioni dello studio, le motivazioni di fondo e direi, quasi, il senso della vita". Di "giornata speciale da scrivere nella storia della scuola", parlano le istituzioni locali, rappresentate dai sindaci di Città di Castello e San Giustino, Luca Secondi e Paolo Fratini, e gli assessori alle Politiche Scolastiche, Letizia Guerri e Milena Crispoltoni. "Un orgoglio per le nostre comunità - hanno sottolineato in una nota - che avremo modo di manifestare in maniera adeguata. Per quella occasione saremmo davvero onorati della presenza del ministro dell'Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, che invitiamo fin da ora". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Austria, i migranti dovranno lavorare per 10 ore a settimana per mantenere diritti e sussidi

L'Albania brucia con l'estate e i pompieri non hanno mezzi: l'Ue interviene contro gli incendi

Regno Unito, Starmer vuole ricostruire le relazioni con l'Unione europea