Due agenti condannati per lesioni a Milano, pena sospesa

Uspp chiede modifica legge: 'Sia portato in carcere per adulti'
Uspp chiede modifica legge: 'Sia portato in carcere per adulti'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 23 GIU - Sono stati condannati a 2 anni e ad un anno e 10 mesi, con pena sospesa e non menzione nel casellario giudiziale, due poliziotti che erano imputati per arresto illegale, lesioni aggravate, falso e calunnia per un intervento, la notte tra l'8 e il 9 dicembre 2019 vicino a piazza Gobetti a Milano, che aveva portato all'arresto di due peruviani. Lo ha deciso la giudice della settima penale di Milano, Ombretta Malatesta. Quella notte i due, che avevano 28 e 29 anni, erano assieme ad altri tre amici in piazza Gobetti, appena usciti da un locale, quando intervennero gli agenti perché uno di loro stava urinando nei giardini. Pochi giorni dopo le immagini, documentate in un video amatoriale, di ciò che era avvenuto furono trasmesse in tv da 'Le Iene'. Ai due poliziotti il pm Cristiana Roveda nell'imputazione per lesioni aveva contestato di aver colpito "con manganello e pugni" i giovani. I due, assistiti all'epoca da un legale d'ufficio, erano stati condannati nel dicembre 2019, subito dopo l'arresto per resistenza a pubblico ufficiale, a 6 mesi. Poi il 20 luglio 2022, difesi dal legale Rocco Francesco Paradisi, sono stati assolti in appello. Oggi la giudice ha condannato gli agenti per l'arresto illegale di uno solo dei due e per lesioni sempre nei confronti di un solo giovane. Poi, per calunnia nei confronti di una delle parti civili e per falso solo per parti delle imputazioni. Sono state concesse le attenuanti generiche e dovranno risarcire le parti civili con 11 mila euro in totale. "Una giustizia ... ingiusta - ha commentato l'avvocato Paradisi -. Felice per l'assoluzione in appello dei miei assistiti che si videro accusati falsamente di resistenza. Mi aspettavo la condanna per tutti i capi di imputazione dei due poliziotti e il dispositivo di oggi non può lasciarmi soddisfatto. Ancora una volta il pregiudizio ha avuto la meglio sulla verità". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nigeria, almeno 85 morti e 66 feriti per errore in un raid aereo dell'esercito

Guerra in Ucraina, attacco russo a Kherson: i corpi delle vittime lasciati in strada

Indonesia, sale a 22 il numero delle vittime dell'eruzione del Monte Marapi