EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Caso pm Milano, Davigo condannato a un anno e 3 mesi

Il suo avvocato: 'Un errore in fatto e in diritto'
Il suo avvocato: 'Un errore in fatto e in diritto'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BRESCIA, 20 GIU - Il tribunale di Brescia ha condannato a un anno e 3 mesi mesi di reclusione l'ex componente del Csm Piercamillo Davigo accusato di rivelazione del segreto d'ufficio in merito ai verbali di Piero Amara su una presunta Loggia Ungheria. Verbali che in pieno lockdown il pm milanese Paolo Storari gli aveva consegnato per autotutelarsi, a suo dire, di un freno messo alle indagini dai vertici del suo ufficio. La sentenza è stata letta dal presidente della prima sezione penale Roberto Spanò. In aula era presente anche il procuratore capo di Brescia Francesco Prete. Assente, invece, Davigo. I giudici, nel condannare Davigo, gli hanno riconosciuto le attenuanti generiche e concesso la sospensione condizionale della pena e la non menzione nel casellario giudiziario. "Davigo? L'ho sentito e mi ha detto 'faremo appello'. E' evidente". Così l'avvocato Francesco Borasi, difensore di Davigo, dopo la condanna. "E' stato fatto un errore in fatto e in diritto. Faremo appello. La serenità è totale e faremo appello. Il dibattimento aveva dimostrato cose completamente diverso" ha concluso il legale. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Berlino: una mostra fotografica per ricordare le donne della resistenza contro il nazismo

Austria, i migranti dovranno lavorare per 10 ore a settimana per mantenere diritti e sussidi

L'Albania brucia con l'estate e i pompieri non hanno mezzi: l'Ue interviene contro gli incendi