EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Scoperta una 'Zecca parallela' nel Napoletano, 10 misure

Accusati di avere messo in circolazione 5 milioni di euro falsi
Accusati di avere messo in circolazione 5 milioni di euro falsi
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 06 GIU - Fabbricava e commercializzava ingenti quantitativi di banconote contraffatte, di pregevole fattura e di vario taglio, in particolare 20 e 50 euro, la banda sgominata dai militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Napoli e del Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza, che hanno emesso misure cautelari per dieci persone. Secondo quanto emerso dalle indagini la 'zecca parallela', avrebbe messo in circolazione oltre 5 milioni di euro falsi (di cui 1,9 milioni finiti sotto sequestro), generando un profitto illecito di circa 750mila euro. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli Nord, su richiesta della procura, ha disposto quattro arresti in carcere, tre arresti ai domiciliari e tre obblighi di dimora. Le accuse, a vario titolo, sono associazione per delinquere finalizzata alla falsificazione di monete, spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate. A guidare la banda c'erano due napoletani che, secondo quanto emerso dalle indagini, si avvalevano di una stabile collaborazione con un falsario, incentivandolo e sollecitandolo ad incrementare la quantità e la qualità della produzione. Inoltre individuavano gli acquirenti finali delle banconote false con i quali concordavano acquisto, consegna e pagamenti. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cuba, in centinaia in fila per salire a bordo della fregata russa in visita a L'Avana

Brindisi: proteste contro il “G7 della guerra”

Elezioni Regno Unito: il ritorno di Nigel Farage, i conservatori perdono voti