EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Chiede di andare sulla tomba della figlia uccisa, no dei giudici

Respinta la richiesta della donna imputata per omicidio
Respinta la richiesta della donna imputata per omicidio
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 29 MAG - Ha chiesto di poter uscire dal carcere temporaneamente, per andare sulla tomba della figlia, Alessia Pifferi, la 37enne accusata di omicidio volontario anche aggravato dalla premeditazione per aver lasciato morire di stenti, abbandonandola da sola in casa per sei giorni, proprio quella bimba, Diana, che aveva meno di un anno e mezzo. La Corte d'Assise di Milano, presieduta da Ilio Mannucci Pacini, ha respinto, però, l'istanza della difesa della donna depositata nei giorni scorsi, dopo il parere contrario formulato anche dai pm Rosaria Stagnaro e Francesco De Tommasi. Per i giudici quel genere di richiesta, infatti, non rientra tra quelle previste dall'ordinamento penitenziario. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Trump accetta la nomination repubblicana: il racconto dell'attentato e i rapporti con Orbán e Russia

Le notizie del giorno | 19 luglio - Mattino

Israele, la Knesset approva una risoluzione che respinge l'istituzione di uno Stato palestinese