EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Piemonte, chiusa la fase di emergenza per il maltempo

Cirio: 'Superato un momento difficile'. Censite 2.000 frane
Cirio: 'Superato un momento difficile'. Censite 2.000 frane
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 22 MAG - E' terminata la fase di emergenza maltempo in Piemonte. Lo annunciano il presidente della Regione Alberto Cirio e l'assessore alla Protezione civile Marco Gabusi. "E' stato superato un momento difficile, sono caduti fino a oltre 300 millimetri di pioggia - dice il governatore - ma gli interventi contro il dissesto idrogeologico realizzati in questi anni, le procedure per la pulizia dell'alveo dei fiumi che la Regione ha adottato e inviato ai Comuni, l'esperienza che abbiamo costruito affrontando tanti eventi drammatici hanno consentito di evitare il peggio e contenere i danni". Già venerdì pomeriggio era stata aperta la sala operativa regionale della Protezione civile: "Con grande prudenza, vista la situazione dell'Emilia Romagna, - spiega Cirio - abbiamo deciso di attivare il massimo livello di operatività fin da subito". Durante l'emergenza sono stati aperti 99 centri operativi comunali (Coc), quasi tutti nelle province di Cuneo e Torino. Sul territorio sono stati impiegati circa 3000 volontari del coordinamento regionale e del Corpo AIB, che si sono occupati soprattutto del monitoraggio del territorio. Sono state censite circa 2.000 frane, tutte di piccola entità, in 279 comuni. Sono state riaperte anche numerose strade chiuse nei giorni scorsi in alcuni tratti. La piena ordinaria del Po è passata nella notte senza provocare problemi. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Berlino: una mostra per ricordare le donne della resistenza contro il nazismo

Austria, i migranti dovranno lavorare per 10 ore a settimana per mantenere diritti e sussidi

L'Albania brucia con l'estate e i pompieri non hanno mezzi: l'Ue interviene contro gli incendi