EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Danni per il vento forte sulla costa tirrenica cosentina

Crollati un muro di contenimento e diversi alberi
Crollati un muro di contenimento e diversi alberi
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PRAIA A MARE, 20 MAG - Forti raffiche di vento stanno interessando da ore la fascia tirrenica cosentina e hanno provocato danni a Praia a Mare dove, comunque, non risultano persone ferite. Il muro di recinzione di una struttura balneare adiacente la passeggiata del lungomare colonnello Francesco Sirimarco è crollato. Secondo una prima ricognizione svolta dalle autorità cittadine risultano inoltre danni di varia entità alle strutture di almeno altri 10 stabilimenti balneari. Il vento ha provocato anche l'abbattimento di alcuni alberi. Uno, in particolare, cadendo, è finito contro l'ingresso dell'edifico delle Poste, posto di fianco al municipio. Fortunatamente in quel momento non c'erano persone nelle vicinanze. Altre piante sono state piegate o abbattute nelle località periferiche del comune rivierasco. Cadute di alberi si sono registrate già ieri sera, quando il vento forte ha sradicato due grossi fusti in centro. Nel secondo caso, nei pressi di un giardinetto adiacente a piazza della Resistenza, sono state danneggiate alcune automobili. In conseguenza di questi episodi, il comune di Praia a Mare ha dato disposizioni alla Polizia locale di interdire la zona del viale della Libertà e consigliato alla cittadinanza di non sostare nei pressi di zone alberate. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Proteste in Bangladesh: studenti in piazza contro il governo, aumentano i morti negli scontri

Brasile, fiume pieno di pesci morti a San Paolo: colpa degli scarichi industriali

Deputata romena con la museruola cacciata dal Parlamento Ue prima di voto per von der Leyen