Rallentamento treni, passeggeri scendono da Tav ad Arezzo

Aperte le porte per far sgranchire le gambe, molte lamentele
Aperte le porte per far sgranchire le gambe, molte lamentele
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CASTIGLION FIORENTINO (AREZZO), 06 MAG - Rimasti fermi 40 minuti alla stazione di Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, i passeggeri del Freccia Rossa Torino - Salerno hanno approfittato per una sgambata per i loro cani e per bere prima di risalire al volo sul treno ripartito poi verso il Sud. A provocare la sosta imprevista il guasto sulla linea elettrica tra Roma Tiburtina e Settebagni. Non sono mancate proposte fatte in modo molto vibrante da parte di chi, partito dal capoluogo piemontese, si è trovato a dover affrontare questa sosta inattesa peraltro dopo ore di viaggio. Il personale, per alleviare il caldo e il disagio, ha aperto le porte in banchina consentendo ai passeggeri di scendere per rifocillarsi. Intorno alle 14 il treno è ripartito. "Una sosta improvvisa però, mettiamola, così abbiamo conosciuto seppur al volo una località nuova chissà che non torneremo", ha commentato con ironia un viaggiatore romano. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, le Nazioni Unite: indizi di violenze sessuali durante l'attacco del 7 ottobre e sugli ostaggi

Le bande armate attaccano l'aeroporto di Haiti, quasi cinquemila detenuti liberi a Port-au-Prince

Guerra in Ucraina: Kiev affonda nave di Mosca, 44 attacchi russi a Sumy e due morti nel Donetsk