Stragi naziste: aumentano le cause contro la Germania in Fvg

In occasione del 25 Aprile interviene avvocato che segue vicenda
In occasione del 25 Aprile interviene avvocato che segue vicenda
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TRIESTE, 25 APR - Si ingrossano le fila di chi si sta organizzando per portare in un aula di tribunale tragedie familiari rimaste senza sentenze perché avvenute in tempo di guerra; sono i familiari di vittime di crimini nazifascisti: internati militari o civili e persone che a vario titolo hanno subito fucilazioni e torture. Da poco tempo infatti si è riaperta la finestra temporale per presentare cause contro la Germania da parte di eredi, comuni e vittime per accedere a un risarcimento - un'opportunità aperta dal governo Draghi, in un primo momento solo fino ad ottobre scorso. Nel solo Fvg, è aumentato molto il numero di persone in cerca di giustizia. A fine ottobre scorso l'avvocato del foro di Udine Andrea Sandra, che rappresenta una quindicina di eredi di vittime dell'eccidio di malga Pramosio, seguiva otto cause; ora sono una quindicina. E, come sottolinea lo stesso Sandra, suoi colleghi ne stanno curando altre e c'è tempo fino al 27 giugno per presentare esposti. A marzo un emendamento alla finanziaria ha riaperto la possibilità di intentare cause alla Germania e ha ingrossato la dotazione del fondo (inizialmente di 54 milioni di euro in 3 anni ricavati dai fondi del Pnrr). Polemiche avevano accompagnato l'iniziativa per l'esiguità delle risorse a fronte della platea di persone e al breve tempo per un iter complesso, che prevede notifiche internazionali. Ora, "la mole di cause sarà talmente elevata che i risarcimenti non saranno consistenti", ma "le persone che si sono rivolte a me non sono interessate ai soldi quanto al riconoscimento morale in tribunale dei crimini nazifascisti. C'è attesa per le prime sentenze e per un intervento ministeriale, per concludere una vicenda che meriterebbe una conclusione fuori dalle aule di tribunale". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Medio Oriente, la comunità internazionale e il G7 chiedono moderazione a Israele e all'Iran

Napoli: nave veloce da Capri urta contro la banchina, almeno 29 feriti

Le notizie del giorno | 19 aprile - Pomeridiane