Rilasciate in mare a Riccione due tartarughe Caretta Caretta

Erano rimaste impigliate in alcune reti per la pesca a strascico
Erano rimaste impigliate in alcune reti per la pesca a strascico
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 22 APR - Rilasciate in mare a Riccione, nel Riminese, due tartarughe Caretta Caretta. I due esemplari - ribattezzate Mara e Maya - sono state liberate in acqua dai ricercatori della Fondazione Cetacea di fronte al Centro di Recupero Tartarughe Marine della città romagnola sotto gli occhi di un centinaio di persone tra cui la sindaca Daniela Angelini e circa 20 studenti della New York University, sede di Firenze. Entrambe le tartarughe erano state recuperate dalla Fondazione riccionese dopo essere rimaste impigliate accidentalmente in alcune reti a strascico durante delle attività di pesca professionale. Dopo un breve ricovero sono potute tornare nel loro ambiente naturale. Mara, 72 chili per 85 centimetri di carapace, è stata dotata di un trasmettitore satellitare che permetterà ai ricercatori del progetto Life Medturtles - progetto europeo cofinanziato dal programma Life per la protezione ambientale, di cui Fondazione Cetacea è partner - di studiare i suoi spostamenti e le sue abitudini nelle acque del Mediterraneo. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni europee: Nicolas Schmit a Berlino con Katarina Barley

Elezioni europee, tutto quello che c'è da sapere per andare alle urne informati

Usa, l'ex vicepresidente Pence: "Io contro l'isolazionismo, dobbiamo sostenere gli alleati"