Azienda compra a 4,99 euro il dominio 'Open to meraviglia'

Stato italiano non lo aveva registrato nonostante campagna
Stato italiano non lo aveva registrato nonostante campagna
Di ANSA

(ANSA) – FIRENZE, 22 APR – Un’azienda di marketing del
Mugello ha comprato per 4,99 euro un sito che enti statali non
avevano registrato. “Tranquilli, ci abbiamo pensato noi”, si
legge nella home page del dominio www.opentomeraviglia.it
acquistato – qualche ora dopo il lancio della campagna di
promozione all’estero di Enit con la Venere di Botticelli
influencer, che ha creato diverse polemiche – dalla Marketing
Toys di Scarperia (Firenze). L’azienda è di Filippo Giustini che
appunto ha registrato il dominio. Inizialmente il dominio
rimandava all’home page dell’azienda fiorentina, poi Giustini ha
scelto di inserire l’immagine della Venere di Botticelli con
scritto ‘Godetevi l’Italia, è bellissima. Anzi no,
meravigliosa”. “Dal Governo evidentemente si erano scordati di registrare il
dominio – ha spiegato Giustini -. Noi per idee piccole pensiamo
al dominio disponibile prima di lanciare il progetto. Noi siamo
in questi giorni a Parigi in relax, ieri sera eravamo ad un
concerto. Prima che iniziasse lo spettacolo, ho controllato per
curiosità quel sito ma non c’era niente. Così ho visto se era
registrato il dominio e su Aruba era ancora disponibile: l’ho
acquistato io, per 4,99 euro, era pure a sconto. L’ho
reindirizzato al nostro sito. Poi ho visto le statistiche col
passare delle ore e ho notato 290 utenti singoli collegati in
tempo reale, un numero molto più alto del normale. Da lì mi sono
accorto che in molti cercavano la pagina”. Adesso ci sarà da aprire una ‘trattativa’ col Governo: “Molti
ci mandano messaggi, dicendo che siamo dei geni ma abbiamo fatto
qualcosa di normale”, ha concluso. Da parte sua dal ministero del Turismo si fa sapere che il
sito a cui fa riferimento la campagna è Italia.it che è il
portale su cui atterra mentre Opentomeraviglia è il claim della
campagna e su tutti i cartelloni c‘è Italia.it come riferimento. Intanto comunque le parodie e gli account che si ispirano alla
Venere scelta dal ministero del Turismo dilagano sui social.
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.

Notizie correlate