Stadio Roma: commissione Urbanistica, ok al pubblico interesse

Assessore, 'Su parcheggi, tpl e strade vanno trovate soluzioni'
Assessore, 'Su parcheggi, tpl e strade vanno trovate soluzioni'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 21 APR - La commissione Urbanistica di Roma Capitale ha espresso parere positivo alla proposta di delibera sul pubblico interesse per lo Stadio della Roma, il nuovo impianto che si vuole realizzare nell'area di Pietralata. La delibera è stata approvata con 8 voti favorevoli (Pd, Italia Viva, Roma Futura, Lista Gualtieri). Due consiglieri non hanno partecipato al voto, cioè i rappresentanti della Lega e di Udc-Fi che hanno spiegato che si riservano di votare quando la delibera arriverà in assemblea capitolina. Parcheggi, trasporti pubblici, infrastrutture stradali in particolare per l'accesso all'ospedale Pertini: sono gli aspetti "inderogabili" su cui vanno trovate soluzioni per il futuro Stadio della Roma. L'assessore all'Urbanistica di Roma Capitale Maurizio Veloccia li ha riassunti oggi nel corso della seduta della commissione Urbanistica. Gli emendamenti che arriveranno in Aula rispetto alla delibera sul pubblico interesse, ha chiarito l'assessore, "non saranno un maxi-emendamento di giunta, ma verranno proposti dalla maggioranza e discussi dall'Aula, e da una parte andranno a corroborare l'interesse pubblico e dall'altra 'scolpiranno' gli aspetti inderogabili mettendo dei paletti per la futura convenzione, che non si approva in questa fase, ma nella quale vanno inseriti". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: la Camera approva gli aiuti all'Ucraina per 61 miliardi di dollari

Gaza: Erdoğan incontra Ismail Haniyeh e il ministro degli Esteri egiziano a Istanbul

Migranti, i Paesi europei del Mediterraneo chiedono cooperazione e nuovi fondi