Lavoratori stagionali, procedura d'infrazione Ue contro Roma

Italia nel mirino Ue per i contratti a termine nella P.a
Italia nel mirino Ue per i contratti a termine nella P.a
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BRUXELLES, 19 APR - La Commissione Ue ha avviato una procedura d'infrazione nei confronti dell'Italia e di altri 9 Paesi per non aver pienamente recepito la direttiva comunitaria sui lavoratori stagionali, volta ad assicurare condizioni di vita e di lavoro dignitose, pari diritti e una tutela sufficiente dallo sfruttamento. "Garantire il pieno rispetto della direttiva è un presupposto importante per attrarre nell'Ue la manodopera necessaria per il lavoro stagionale ed eventualmente anche per contribuire a ridurre la migrazione irregolare", evidenzia Bruxelles. Roma dispone ora di due mesi per rispondere alle argomentazioni dell'esecutivo Ue. L'Italia finisce nel mirino dell'Ue anche per le condizioni di lavoro discriminatorie nel settore pubblico e l'abuso dei contratti a tempo determinato. Bruxelles ha inviato a Roma un parere motivato, secondo passo della procedura avviata nel luglio 2019, evidenziando che "la normativa italiana non previene né sanziona in misura sufficiente l'utilizzo abusivo di una successione di contratti a tempo determinato per diverse categorie di lavoratori del settore pubblico". L'Italia dispone ora di due mesi per rimediare alle carenze rilevate, oppure la Commissione europea potrà decidere di deferirla alla Corte di giustizia Ue. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, Biden firma il pacchetto di aiuti all'estero da 95 miliardi: "Armi già nelle prossime ore"

Le notizie del giorno | 24 aprile - Serale

Le notizie del giorno | 24 aprile - Pomeridiane