Runner morto: madre, 'qualcosa deve cambiare'

Il padre, "non si può morire per una corsa in montagna"
Il padre, "non si può morire per una corsa in montagna"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TRENTO, 16 APR - "L'abbattimento di Jj4 non mi dà indietro mio figlio". Lo ha ribadito durante la trasmissione "Zona Bianca" su Rete4 Franca Ghirardini, la madre di Andrea Papi ucciso dall'orsa in un bosco della val di Sole, aggiungendo comunque "qualcosa deve cambiare, la convivenza è difficile". "Noi - ha proseguito - viviamo nel bosco". Andrea - ha sottolineato - percorreva esclusivamente "strade forestali o sentieri tracciati e non si avventurava nel bosco". "Non si può morire per una corsa in montagna, chiediamo solo giustizia per Andrea", ha aggiunto il padre del runner morto, Carlo Papi. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Russia: il candidato anti guerra Nadezhdin bocciato anche dalla Corte Suprema

Le notizie del giorno | 22 febbraio - Pomeridiane

Migranti, l'Albania approva l'accordo sui Cpr dell'Italia