EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Una figurina per ricordare Giuseppe Salvia, ucciso dalla camorra

Nel 1981, era il vicedirettore di Poggioreale
Nel 1981, era il vicedirettore di Poggioreale
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 03 APR - Sorridente e davanti a un biliardino, sua grande passione. Così Giuseppe Salvia, vicedirettore del carcere di Poggioreale ucciso dalla criminalità organizzata nel 1981, è stato raffigurato sulla figurina solidale (Fumetto Card 33) realizzata in sua memoria dall'associazione 'Figurine forever' di Bologna. L'associazione si propone come scopo quello di sensibilizzare l'opinione pubblica su tematiche sociali tra cui la lotta alle mafie. L'iniziativa è stata presentata oggi nella Casa circondariale 'Poggioreale-Salvia' alla presenza tra gli altri della famiglia Salvia. "Raccontare la persona di mio padre al di fuori del suo ruolo istituzionale - ha detto il figlio, Antonio - in una scena di vita quotidiana credo sia importante anche perché serve ad avvicinare la sua figura alla gente, a far capire che non abbiamo bisogno di eroi per poter avere una vita sociale normale e rispettosa delle regole e che per cambiare le cose è necessario l'impegno di tutti a tutti i livelli istituzionali e sociali. Siamo in piena emergenza sociale - ha aggiunto - e credo sia necessaria una rivoluzione culturale senza precedenti e in quest'ottica parlare di esempi facendolo in modo empatico credo che possa rendere il racconto della loro vita più vicino e fruibili dai giovani e può costituire un'arma con cui contrastare la subcultura criminale". Il disegno della figurina è stato realizzato da Italo Mattone, docente presso la Scuola internazionale di Comics di Napoli. "Tutte le iniziative non sono mai sufficienti a ricordare la traccia che ha lasciato Giuseppe Salvia - ha affermato Carlo Berdini, direttore del penitenziario napoletano - nell'amministrazione penitenziaria e in questo istituto che a lui è intitolato. Noi siamo sempre onorati e lieti di accogliere manifestazioni che lo ricordano". Le 'Fumetto Card' collegate al sostegno delle associazioni, realtà e onlus contro le mafie, hanno tiratura con un numero estremamente simbolico, 109, come la legge del 1996 per il riutilizzo pubblico e sociale dei beni confiscati alle mafie. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turbolenza su un volo dal Qatar diretto in Irlanda: almeno 12 feriti

Guerra in Ucraina, salgono a 16 le vittime dell'attacco russo su un negozio a Kharkiv

Guerra a Gaza: razzi di Hamas contro Israele, sirene a Tel Aviv