Esplosivi e propaganda antisemita, arrestato russo a Alghero

In casa materiale esplosivo per costruire 'bomba tubo'
In casa materiale esplosivo per costruire 'bomba tubo'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - SASSARI, 31 MAR - Un cittadino russo residente a Porto Torres, indagato per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa e fabbricazione e detenzione di esplosivi, è stato arrestato all'aeroporto di Alghero dagli agenti della Digos di Sassari mentre cercava di imbarcarsi sul volo per Barcellona. Le indagini della Digos, coordinate dal dirigente Felice Di Donato, sono partite da alcuni messaggi di posta elettronica dal contenuto minatorio e antisemita scritti dall'indagato nei confronti di alcune comunità ebraiche presenti in varie città italiane. I poliziotti hanno localizzato l'uomo nella sua abitazione di Porto Torres e lo hanno tenuto sotto controllo per studiarne le frequentazioni e le abitudini. In seguito a una perquisizione nell'appartamento gli agenti hanno trovato e sequestrato smartphone, tablet, personal computer portatili e altri supporti informatici quali hard-disk e pen-drive, nonché vario materiale cartaceo, tra cui agende, block-notes e quaderni. Ma soprattutto hanno scovato alcuni contenitori di plastica contenenti la cosiddetta "polvere nera", sostanza rientrante nella classificazione degli esplosivi, nonché altre sostanze che combinate tra loro potevano essere utilizzate per la costruzione della pericolosa 'bomba tubo'. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'Ue chiede il rilascio di un suo dipendente svedese detenuto in Iran da due anni

Il regno degli sport da racchetta in Qatar, dal tennis al padel

Elezioni anticipate in Croazia, urne aperte per rinnovare il Parlamento