A Napoli una targa per Paciolla, 'sua morte sia caso nazionale'

La madre, continuiamo a chiedere la verità
La madre, continuiamo a chiedere la verità
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 28 MAR - La città di Napoli prosegue nel suo impegno a favore della ricerca di verità e giustizia per Mario Paciolla, il cooperante ucciso in Colombia nel luglio 2020. E oggi, nel giorno del suo compleanno, è stata svelata una targa in sua memoria nei giardinetti di via Dell'Erba, nel quartiere Arenella. Una targa che si va ad aggiungere al murale, qui già realizzato, che raffigura il volto del giovane napoletano. "L'omicidio di Mario non è trattato come un caso nazionale - ha detto la madre, Anna Motta - noi continuiamo a chiedere verità, ma una verità che sia credibile e che non mortifichi le nostre intelligenze. La popolazione di Napoli ci è sempre stata molto vicina e costantemente ci sostiene così come è fondamentale per noi il sostegno dell'istituzione locale". E per raccogliere testimonianze in forma anonima che in qualche misura possano aiutare a raggiungere la verità sulla morte del giovane, nei mesi scorsi la famiglia ha lanciato la piattaforma online marioveritas.org ed oggi la madre di Mario ha ribadito il suo appello affinchè chi sa qualcosa parli senza timore. "Oggi la città testimonia non solo la vicinanza alla famiglia che si trova ancora al buio e non ha ancora trovato le ragioni per un evento inaccettabile e doloroso - ha affermato Laura Lieto, vicesindaco di Napoli - ma è anche il giorno in cui la città ricorda Mario, un giovane napoletano che ha lavorato per la pace in un luogo difficile del mondo e che ha dato la vita in un contesto di guerra. E' doveroso essere al fianco della famiglia, seguiamo molto da vicino la situazione!". Alla cerimonia, tra gli altri, hanno partecipato anche la presidente della V Municipalità, Clementina Cozzolino, e Giuseppe Irace, segretario di PER, rete politica promotrice dell'iniziativa, che ha sottolineato come l'apposizione della targa sia strumento "per mantenere vivo il ricordo di Mario e per spronare a fare giustizia" e Desiree Klein, portavoce Articolo21 Campania, che ha annunciato un progetto nelle scuole per tenere viva la memoria di Mario Paciolla. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: la Camera approva gli aiuti all'Ucraina per 61 miliardi di dollari

Gaza: Erdoğan incontra Ismail Haniyeh e il ministro degli Esteri egiziano a Istanbul

Migranti, i Paesi europei del Mediterraneo chiedono cooperazione e nuovi fondi