Mafia, Sala: abbiamo gli anticorpi ma la battaglia non è finita

Siamo al centro di interessi e ciò attira anche malintenzionati
Siamo al centro di interessi e ciò attira anche malintenzionati
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 21 MAR - "Quella contro la mafia non è una battaglia finita. Milano è ancora al centro di tanti interessi economici, e ciò è un bene ma questo attirerà anche tanti male intenzionati". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nel corso del corteo della XXVIII Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che si tiene a Milano. "Gli anticorpi che ci siamo fatti in questi anni, attraverso errori ed incertezze del nostro percorso, adesso ci aiuteranno - ha aggiunto -. In più quest'anno è anche il trentesimo anniversario della strage di via Palestro e il decimo anniversario delle esequie di Lea Garofalo, per noi importantissime. Quindi abbiamo tante ragioni per essere in tanti in piazza adesso: don Ciotti, Libera ma soprattutto queste persone hanno fatto un lavoro fondamentale perché cadere nell'indifferenza è un attimo. Sono anche le parole che ricorda sempre Liliana Segre". "Loro negli anni hanno tenuto viva non solo la memoria ma anche la lotta contro la mafia - ha concluso - Tornare a Milano dopo 13 anni è assolutamente importante. I giovani ci sono sempre, questo è importante". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni Ue, Grecia: disoccupazione alta e salari bassi preoccupano i giovani

Le notizie del giorno | 17 aprile - Serale

L'Ue chiede il rilascio di un suo dipendente svedese detenuto in Iran da due anni