Scarcerato trapper Baby Gang, ai domiciliari in una comunità

Legale: 'Vuole curarsi da abuso alcol e droghe e cambiare vita'
Legale: 'Vuole curarsi da abuso alcol e droghe e cambiare vita'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 16 MAR - E' stato scarcerato e va ai domiciliari in una comunità terapeutica Zaccaria Mouhib, in arte Baby Gang, il trapper 21enne finito in carcere lo scorso ottobre, assieme ad altri tra cui il rapper e amico Simba la Rue (tornato ai domiciliari nei giorni scorsi), per la sparatoria avvenuta tra il 2 e il 3 luglio in via di Tocqueville, vicino corso Como, zona della movida milanese, durante la quale due senegalesi sono stati gambizzati. Lo ha deciso oggi, accogliendo l'istanza dell'avvocato Niccolò Vecchioni, il gup di Milano Giulio Fanales, davanti al quale il 28 marzo a carico di Baby Gang, Simba e altri imputati inizierà un processo con rito abbreviato diviso in due filoni, quello sulla sparatoria della scorsa estate e l'altro sulla cosiddetta "faida tra trapper". Il cantante, ha spiegato il legale nell'istanza accolta dal gup, "ha intrapreso un serio processo di rielaborazione dei propri trascorsi criminosi, dimostrando di aver compreso il disvalore delle proprie azioni e di voler affrontare le problematiche di abuso di sostanze", in particolare cannabis e alcol, "che si sono poste in stretta correlazione coi reati in contestazione". E' oggi presente "nel Mouhib - ha scritto ancora il difensore - la consapevolezza del proprio disturbo da sostanze psicotrope, oltre ad una seria motivazione rispetto alla prospettiva di intraprendere un percorso di cura che lo porti a superare tali patologie e lo indirizzi verso la costruzione di un nuovo e più salubre percorso di vita". Lo scorso gennaio, era stata respinta dal gip una prima istanza della difesa di domiciliari per il trapper presso una comunità per "affrontare i problemi relativi all'abuso di sostanze". Lo scorso 8 marzo, era passato dal carcere ai domiciliari anche Simba, sempre difeso dal legale Vecchioni. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Portogallo, 50 anni dal 25 aprile e dalla rivoluzione: cosa resta da fare?

Guerra in Ucraina: accordo tra Kiev e Mosca per lo scambio di 48 bambini sfollati

Nestlé: distrutte due milioni di bottiglie d'acqua della filiale Perrier. Scoperti batteri "fecali"