Pinelli, 'a volte eccessivo l'uso delle intercettazioni'

Si raggiunga un duraturo accordo di pace
Si raggiunga un duraturo accordo di pace
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 16 MAR - I paletti posti dal codice alle intercettazioni non sono sempre stati tenuti nella "debita considerazione" e "questo forse ha aperto all'utilizzo di intercettazioni in taluni casi eccessivo". Lo ha detto il vicepresidente del Csm Fabio Pinelli in un dibattito. Pinelli ha richiamato l'attenzione sulla pubblicazione sui giornali di atti giudiziari "intrisi di intercettazioni telefoniche" in una fase in cui l'indagato "non ha potuto interloquire". "Una volta che le intercettazioni sono pubblicate e l'offesa alla reputazione ormai compiuta, è una tragedia rispetto alla quale non si torna più indietro", ha avvertito. Pinelli ha anche sostenuto che l'uso del trojan va limitato ai reati di criminalità organizzata: "credo sia un punto di equilibrio ragionevole nel rapporto tra autorità e libertà". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alta tensione tra Moldova e Transnistria, Tiraspol chiede l'intervento russo per i dazi

La Germania media per la pace tra Azerbaigian e Armenia

Guerra in Ucraina, Zelensky al vertice in Albania chiede più munizioni