Alpini presentano un manuale contro le molestie sulle donne

'Non siamo stati insensibili su quanto avvenuto a Rimini'
'Non siamo stati insensibili su quanto avvenuto a Rimini'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - RIMINI, 10 MAR - L'Associazione Nazionale Alpini ha presentato un manifesto e un manuale contro le molestie sulle donne. Un'iniziativa che, insieme agli incontri di sensibilizzazione sul tema avviati nelle sezioni nazionali, arriva dopo le diverse segnalazioni sui social dell'adunata dell'anno scorso a Rimini. Proprio nel capoluogo romagnolo l'Associazione Nazionale Alpini ha presentato il suo progetto. "La società non tollera più le battute e i gesti a sfondo sessuale", "giudicare chi subisce, girarsi dall'altra parte sono reazioni sbagliate". "L'uguaglianza piena tra uomo e donna è la vera base di una culturale del rispetto". Sono alcuni dei punti del manifesto dal titolo #controlemolestie. "È un'iniziativa che senz'altro dovevamo mettere in campo, soprattutto per quanto successo dopo l'adunata nazionale di Rimini dell'anno scorso", ha detto a margine della presentazione del progetto il vicepresidente dell'Ana Lino Rizzo. "Vogliamo andare alla prossima adunata di Udine a maggio con tutta la serenità che ci ha sempre contraddistinti. Consapevoli di quanto successo, perché non siamo stati insensibili". L'associazione insiste però nel respingere il binomio alpino uguale molestatore. "Non c'è necessità di chiedere scusa" rispetto a quanto avvenuto un anno fa, "perché già il nostro presidente nazionale dopo l'Adunata si era scusato dicendo: se qualcuno dei nostri soci ha avuto un comportamento molesto, ci scusiamo", ha spiegato il direttore de ' L'Alpino Massimo Cortese, che ha fatto il seguente paragone: "Sarebbe come se l'Arma dei carabinieri si scusasse perché un maresciallo ha ucciso l'amante di sua moglie". L'iniziativa prevede incontri di sensibilizzazione nelle ottanta sezioni nazionali degli Alpini. "Insieme a loro e lavorando con alcune femministe e attiviste abbiamo redatto due documenti", ha spiegato la curatrice del progetto Paola Miglio che si definisce "femminista". Il manifesto "prende posizione forte contro le molestie", che "dovrebbe essere una posizione che prendono tutti gli uomini", ha aggiunto. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Orban apre la campagna elettorale di Fidesz: "In Ucraina Bruxelles gioca col fuoco"

Iran-Israele, il conflitto è diretto: il pericolo di missili, raid e arsenali nucleari

New York, uomo si dà fuoco davanti al tribunale del processo a Donald Trump