EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Calenda, senza gas polo industriale del Sulcis non ha futuro

Leader Azione in visita a ex Alcoa e Eurallumina, "serve svolta"
Leader Azione in visita a ex Alcoa e Eurallumina, "serve svolta"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PORTOSCUSO, 08 MAR - "Non esiste sviluppo economico senza gas, risorse e fabbriche". Ne è convinto l'ex ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, oggi in visita agli stabilimenti di Sider Alloys ed Eurallumina nel polo industriale di Portovesme, nel Sulcis. Il leader di Azione era già stato all'ex Alcoa durante la sua guida al Mise. "Rivedere gli operai con cui avevamo rimesso a posto la situazione e vedere la fusione dell'alluminio per me è stato un momento commovente - ricorda - E tuttavia oggi vengo in questo sito, l'unico rimasto in cui si produce alluminio primario, in un contesto totalmente differente, surreale, vergognoso e ignobile". "Questo è un polo tenuto perfettamente in ordine dagli operai e dalla proprietà - sottolinea Calenda - con un progetto di sviluppo da 300 milioni per trasformarlo totalmente a gas, eppure il presidente Solinas si è assunto da solo la responsabilità di bloccare l'arrivo di una nave di rigassificazione che comporterebbe la rinascita industriale di questo territorio. Lo sta facendo per ragioni oscure ma nel frattempo mette a rischio non solo posti di lavoro, ma un intero settore strategico italiano". Il senatore del Terzo Polo fa quindi appello a tutte le forze politiche per trovare una soluzione alla tante vertenze del Sulcis, annunciando un suo intervento diretto con la premier Giorgia Meloni. "Stiamo combattendo non per tenere un'impresa, ma per mandarla via, è un paradosso italiano - denuncia ancora Calenda parlando della Sider Alloys - qui ci sono tutte le condizioni per andare avanti ma chiacchieriamo di navi di rigassificazione mentre l'Olanda ne ha comprate tre e la Germania cinque. Non esiste sviluppo economico senza gas, risorse e fabbriche, eppure il presidente Solinas con il suo comportamento individuale sta ostacolando tutto questo. E' uno spreco: oggi avere una fabbrica che produce alluminio primario è un vantaggio competitivo enorme, eppure questa non viene considerata di interesse nazionale da gente che non ha mai lavorato". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: nuovi aiuti dagli Stati Uniti, il G7 valuta di finanziare Kiev con i beni russi

Papua Nuova Guinea: frana provoca oltre cento morti

Guerra a Gaza: l'Italia stanzia 5 milioni di euro per l'Unrwa