Scontri liceo: già gente in piazza, striscione Michelangiolo

Cgil Toscana: stop indifferenza e ipocrisia
Cgil Toscana: stop indifferenza e ipocrisia
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - FIRENZE, 04 MAR - A un'ora dall' orario convenuto per il raduno, le 14, già comincia a riempirsi piazza Santissima Annunziata a Firenze, punto di partenza del corteo promosso dai sindacati della scuola di Cgil, Cisl e Uil, a difesa della scuola e della Costituzione dopo quanto accaduto il 18 febbraio scorso davanti al liceo Michelangiolo, con l'aggressione a due studenti da parte di appartenenti ad Azione studentesca e alle "inaccettabili parole del ministro Valditara sulla lettera della dirigente scolastica del liceo Leonardo da Vinci", Annalisa Savino dopo la nota di quest'ultima sul fascismo nato dalla violenza e all'indifferenza. E in piazza tra i primi striscioni c'è quello 'Michelangiolo antifascista". Tra le persone già in piazza c'è già Rossano Rossi, segretario Cgil Toscana, che ha dichiarato: E' "importante essere qui per i motivi della manifestazione. Questi episodi di violenza, rigurgiti che per me sono fascisti, rischiano di passare nell'indifferenza e invece sono sempre più frequenti. C'è una sorta di filo che lega tutti gli episodi, come il naufragio dei migranti, della manifestazione per la pace. Come dice Papà Francesco nel nostro paese c'è troppa indifferenza e troppa ipocrisia: per non essere indifferenti e ipocriti è importante essere oggi in piazza". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: la Camera approva gli aiuti all'Ucraina per 61 miliardi di dollari

Gaza: Erdoğan incontra Ismail Haniyeh e il ministro degli Esteri egiziano a Istanbul

Migranti, i Paesi europei del Mediterraneo chiedono cooperazione e nuovi fondi