Migranti: Salvini, in malafede chi accusa Guardia costiera

'Codardamente coinvolta in una squallida battaglia politica'
'Codardamente coinvolta in una squallida battaglia politica'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PALERMO, 03 MAR - La guarda costiera è stata "codardamente coinvolta in una squallida battaglia politica" e chi "l'accusa è ignorante o è in malafede". "Io dico grazie agli uomini di mare e faccio appello a certa politica e certo giornalismo: limitate la polemica. Io ho le spalle larghe, ho ricevuto tante accuse, le ritengo per lo più ingiuste". Così il ministro delle Infrastrutture e vicepremier, Matteo Salvini, in collegamento con un convegno nel porto di Palermo, parlando della strage di migranti a Cutro e rivolgendo "una preghiera ai morti". "Alcuni giornali, alcuni politici e neosegretari di partito - ha aggiunto Salvini - riescono a buttare in confusione e polemica una tragedia che ha nomi e cognomi in carcere, cioè gli scafisti che sono gli assassini. Sono viaggi della morte e non della vita. Perché certa politica e certo giornalismo si presta a questo non sta a me a dirlo. Se la guardia costiera difenderà la sua onorabilità nelle aule di giustizia farà solo il suo dovere". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Londra, nuove banconote con l'immagine di re Carlo

Udienza per l'estradizione di Assange, gli Usa: Ha messo in pericolo vite innocenti

Le notizie del giorno | 21 febbraio - Serale