Scontri liceo: Digos interroga i tre indagati maggiorenni

Pm modifica accuse, lesioni e percosse non più violenza privata
Pm modifica accuse, lesioni e percosse non più violenza privata
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - FIRENZE, 02 MAR - Cinque ore di interrogatorio a Firenze per i tre maggiorenni, tra i 18 e i 20 anni, riconducibili ad Azione studentesca indagati per l'aggressione ai due studenti del liceo classico Michelangiolo dello scorso 18 febbraio. "Molto serenamente hanno risposto a tutte le domande e hanno dato la loro versione", ha detto il loro difensore, l'avvocato Sonia Michelacci, al termine dell'interrogatorio che si è svolto in questura negli uffici della Digos delegata dal pm titolare del fascicolo Carmine Pirozzoli. Secondo quanto si apprende, lo stesso pm ha modificato le ipotesi di reato del fascicolo: non c'è più l'accusa di violenza privata aggravata ma resta quella di lesioni aggravate e si aggiunge la nuova ipotesi del reato di percosse. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Sudan, un anno di guerra: donatori a Parigi, Germania promette milioni di aiuti

Le notizie del giorno | 15 aprile - Serale

Portogallo, i giovani votano destra: il peso del partito Chega! verso le elezioni europee