EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Ucraina:Letta, armi? Difesa aggredito in dna Pd anche dopo di me

"Visita ad ambasciata ucraina ultimo atto da segretario"
"Visita ad ambasciata ucraina ultimo atto da segretario"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - "Il Pd ha preso una decisione che è nel suo dna, difendere chi è aggredito, difendere i principi di libertà e giustizia e che il diritto internazionale sia più forte della brutalità della forza. Fa parte del nostro dna e continuerà anche dopo di me". Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, rispondendo a chi gli chiedeva se il Pd continuerà a votare l'invio delle armi anche quando ci sarà un nuovo segretario. Letta, che ha fatto visita all'ambasciata ucraina a Roma, ha spiegato che ""è l'ultimo atto che faccio da segretario. È un gesto importante". "Domenica eleggeremo il mio successore o la mia successora. Ho voluto testimoniare la coerenza della nostra linea: l'aggressione infame deve arrestarsi" (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni Europee 2024, dibattito candidati leader su bilancio, difesa comune e commercio con la Cina

Mandati d'arresto per Netanyahu e Gallant, l'Unione europea si divide

Israele sequestra attrezzatura Ap e blocca diretta su Gaza: ha usato la legge anti Al Jazeera