Resti umani su ghiacciaio Grand Combin, identificato alpinista

E' un inglese disperso dal 1974, conferma dal test del Dna
E' un inglese disperso dal 1974, conferma dal test del Dna
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - AOSTA, 16 FEB - Appartengono a un giovane inglese che risultava disperso 48 anni fa i resti trovati la scorsa estate nella zona del Grand Combin, sulle Alpi svizzere, non lontano dal confine con l'Italia. La conferma è arrivata dalle procedure di identificazione tramite Dna, fa sapere la polizia cantonale del Vallese. I resti erano stati scoperti il 5 settembre 2022 sul ghiacciaio di Corbassière, nel Val di Bagnes. Già i primi elementi trovati avevano fatto ipotizzare che si trattasse di un uomo disperso nella zona dal 31 dicembre 1974. I successivi test genetici e la collaborazione con le autorità britanniche attraverso l'Interpol hanno portato a confermare l'identità della vittima, che al momento della scomparsa aveva 32 anni. Si tratta di uno dei sempre più frequenti ritrovamenti legati anche all'arretramento dei ghiacciai alpini, che subiscono le conseguenze delle scarse precipitazioni invernali e delle alte temperature estive. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Patenti di guida: primo ok del Parlamento europeo alla revisione delle norme

Artico, dove le renne contrastano i cambiamenti climatici

Olimpiadi, rubata su un treno a Parigi una borsa con dettagli sulla sicurezza dei Giochi