De Luca, non possiamo demolire 80mila case abusive

Abbattere immobili della camorra e quelli a rischio
Abbattere immobili della camorra e quelli a rischio
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 16 FEB - "La verità è che non si possono demolire 80mila immobili abusivi, come quelli che abbiamo in Campania, ma fare una classificazione e abbattere quelli realizzati dalla camorra o in zone a rischio idrogeologico, sismico o paesaggistico, le seconde case". Così il governatore della Campania Vincenzo De Luca a Santa Maria la Fossa (Caserta), nel bene confiscato intitolato a Pio La Torre, dove è presente anche il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi, che stamattina è stato a Casapesenna per l'abbattimento del covo di Zagaria. Rivolgendosi proprio al titolare del Viminale, De Luca ha aggiunto che "per altre abitazioni abusive, specie prime case, bisogna avere la possibilità di fare una sanatoria, e mi riferisco a molte zone del Casertano e del Napoletano dove non ci sono problemi di carattere idrogeologico né situazioni di trasformazione negativa del territorio, anzi. Per far finta di essere ambientalisti non facciamo nulla". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, aumentano gli aiuti umanitari ma preoccupa la crisi idrica

È morto Roberto Cavalli, lo stilista fiorentino aveva 83 anni

Le notizie del giorno | 12 aprile - Serale