Grillo: aperta la sesta udienza, in aula testi chiave

Ottava udienza del processo a Tempio per stupro di gruppo
Ottava udienza del processo a Tempio per stupro di gruppo
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TEMPIO PAUSANIA, 08 FEB - È iniziata poco dopo le 13 nell'aula del Tribunale di Tempio Pausania, la sesta udienza (la prima nel 2023) del processo che vede imputati Ciro Grillo, figlio di Beppe, e altri tre suoi amici genovesi, Francesco Corsiglia, Vittorio Lauria e Edoardo Capitta. I ragazzi sono accusati di violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo nei confronti di una giovane italo norvegese e di una sua amica. Fatti che per la Procura sono avvenuti nella notte tra il 16 e il 17 luglio del 2019 all'interno della villetta a schiera di proprietà della famiglia Grillo a Porto Cervo, in Costa Smeralda. Quella di oggi è considerata un'udienza-chiave: sono attese infatti in aula - il processo si svolge a porte chiuse - le testimonianze dei genitori e di due amici della italo norvegese e di un consulente tecnico della Procura. La madre e il padre della presunta vittima sono stati fatti entrare nell'aula da una porta secondaria e hanno atteso seduti l'inizio dell'udienza. Volti particolarmente provati e bocche cucite, i due sono assistiti dall'avvocata Giulia Bongiorno, oggi assente a Tempio. Gli altri due testimoni, un amico d'infanzia della 19enne, e una ragazza, hanno invece atteso di essere chiamati a testimoniare fuori dall'aula. Nessuno dei quattro imputati è presente in tribunale. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il nuovo patto Ue per la migrazione "inaugurerà un'era mortale di sorveglianza digitale"

Elezioni Ue, Grecia: disoccupazione alta e salari bassi preoccupano i giovani

Le notizie del giorno | 17 aprile - Serale