EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Scuola: classi al freddo, protesta studenti a Palermo

Sit-in contro il mancato funzionamento dei riscaldamenti
Sit-in contro il mancato funzionamento dei riscaldamenti
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PALERMO, 01 FEB - Bloccati gli ingressi dell'istituto professionale Pietro Piazza di Palermo. Questa mattina gli studenti non sono entrati in classe e sono rimasti davanti alla scuola per protestate contro il mancato funzionamento dei riscaldamenti. "Non siamo studenti di serie B" si legge nello striscione. Cori, fumogeni e slogan al megafono per "attirare l'attenzione del dirigente scolastico e della città metropolitana, che ha la competenza sull'edilizia scolastica e sulla manutenzione dell'impianto". "Protestiamo per i nostri diritti - spiega Pietro Barbalà, rappresentante d'istituto - perché non possiamo continuare a fare lezioni in aule gelide, in cui non c'è la temperatura minima per studiare. La caldaia è rotta: pretendiamo che si intervenga immediatamente per risolvere il problema o ci rifiutiamo di entrare in classe a oltranza". "Quello della mancanza di riscaldamenti è un problema che coinvolge troppe scuole in città, elementari, medie e superiori. Le proteste montano ormai da giorni, soprattutto dopo il caso di ipotermia che ha coinvolto una bambina di 10 anni. Qualche giorno fa anche al Majorana e al Marco Polo gli studenti avevano mostrano malumore con blocchi didattici e assemblee straordinarie", ricordano i manifestanti "La nostra scuola è fatiscente - continua Umberto Dolce, rappresentante di consulta -, abbiamo troppe carenze. Mancano persino le derrate alimentari per poter svolgere la pratica all'interno della scuola. Come è possibile che ciò avvenga in un istituto alberghiero? Se non ci ascoltano, saremo noi a farci sentire e urlare più forte". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra a Gaza: 8 soldati Idf morti nell'esplosione di un blindato, strutture sanitarie al collasso

Guerra a Gaza: colloqui in stallo, "catastrofe igienico-sanitaria"

Germania-Scozia 5 a 1, i padroni di casa vincono il match di apertura degli Europei Uefa 2024