EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Offese social alla chef che ha cucinato per migranti a Spezia

"Mi sento come Ibra: fischiate mi carico" ha risposto la cuoca
"Mi sento come Ibra: fischiate mi carico" ha risposto la cuoca
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - LA SPEZIA, 31 GEN - Odio social per Silvia Cardarelli, chef dell'Osteria della Corte di Spezia che assieme alla sua brigata di cucina, che comprende tra gli altri l'aiuto cuoco Kassim arrivato dal Ghana con un barcone, all'arrivo della nave Geo Barents ha preparato 180 pasti per i profughi. La donna ha infatti postato sul proprio profilo facebook una mail di insulti ricevuta dopo il gesto. "Mi fate schifo, Siete solo sabotatori infami, non sono mai venuto da voi ma non comincerò proprio oggi avendo letto il vostro oltraggio e scempio al popolo italiano regalando pasti a dei parassiti invasori infetti nemmeno buoni per i forni a legna. Bastardi morite pure voi". La chef ha risposto però con ironia "Mi sento come Ibra quando dice agli avversari speriamo che fischino così mi carico" sono state le sue parole mentre a centinaia hanno espresso solidarietà commentando il suo post. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: nuovi aiuti dagli Stati Uniti, il G7 valuta di finanziare Kiev con i beni russi

Papua Nuova Guinea: frana provoca oltre cento morti

Guerra a Gaza: l'Italia stanzia 5 milioni di euro per l'Unrwa