Traffico migranti da Libia, cinque fermi per tortura

Indagati tra scafisti sbarcati il 26 dicembre a Lampedusa
Indagati tra scafisti sbarcati il 26 dicembre a Lampedusa
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - LAMPEDUSA, 30 GEN - Cinque scafisti, tre bengalesi e due sudanesi, sbarcati in due approdi il 26 dicembre scorso a Lampedusa, sono stati fermati dalla polizia per associazione per delinquere, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina aggravata, tortura e sequestro di persona a scopo di estorsione. Il provvedimento della Dda di Palermo, eseguito martedì scorso, è stato convalidato dal gip che ha disposto la misura cautelare in carcere per i cinque indagati. Alcuni migranti avrebbero denunciato le violenze subite nelle safehouse libiche per tutto il tempo della loro permanenza all'interno del compound e fino a poco prima della partenza per la Sicilia (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Svezia, il futuro del clima e dell'energia rinnovabile passa dalle turbine eoliche in legno

Medio Oriente, la comunità internazionale e il G7 chiedono moderazione a Israele e all'Iran

Napoli: nave veloce da Capri urta contro la banchina, almeno 29 feriti