EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Intercettazioni: Rossi, fondamentali per tutti i reati gravi

Pg Ancona, diffusione inciviltà giuridica ma priorità vittime
Pg Ancona, diffusione inciviltà giuridica ma priorità vittime
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ANCONA, 28 GEN - "Le intercettazioni telefoniche costituiscono un mezzo di prova fondamentale per individuare autori di reati, non solo per reati di terrorismo o di mafia". Così il neo procuratore generale della Corte d'appello di Ancona Roberto Rossi nel suo intervento all'apertura dell'Anno giudiziario nelle Marche. "La diffusione mediatica del contenuto di intercettazioni telefoniche, - ha premesso il magistrato -, tanto più se riferite a persone che non sono soggetti neppure del procedimento penale, è un dato di inciviltà giuridica e si pone in contrasto con norme costituzionali". "Detto questo, - ha aggiunto - non posso non rilevare che le stesse intercettazioni telefoniche costituiscano un mezzo di prova fondamentale per individuare autori di reati, non solo per reati di terrorismo o di mafia". "Chiunque di noi - ha detto ancora Rossi - può fornire testimonianza che autori di gravi reati, dalla violenza sessuale alle rapine alle estorsioni e traffico di droga, sono stati individuati grazie a indizi delle intercettazioni telefoniche". "Mi sento quindi di esprimere l'auspicio che, chi interviene con modifiche in vari ambiti, tenga presente che di regola la parte più debole nel processo penale è la vittima del reato - ha sottolineato - alle cui legittime aspettative di giustizia occorre corrispondere in maniera prioritaria; a queste legittime aspettative di giustizia si corrisponde anche fornendo alla polizia giudiziaria e alla magistratura - ha concluso - strumenti investigativi che, nell'ineludibile rispetto delle garanzie difensive, abbiano il carattere dell'idoneità e dell'efficacia per individuare gli autori di reato". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Genocidio di Srebrenica, sì dell'Assemblea Onu a una giornata commemorativa: sarà l'11 luglio

Le notizie del giorno | 23 maggio - Serale

Salis esce dal carcere: ai domiciliari in Ungheria in attesa di processo ed elezioni europee