EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Fondi per malato sardo di Sla, padre risarcisce parti offese

Processo a Nuoro,difensori in pressing per non luogo a procedere
Processo a Nuoro,difensori in pressing per non luogo a procedere
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NUORO, 27 GEN - Marco Palumbo, padre di Paolo, lo chef di 24 anni di Oristano malato di Sla per le cui cure era stata promossa una raccolta fondi ritenuta "ingannevole" dall'accusa, ha provveduto alla riparazione del danno nei confronti delle tre persone offese che lo hanno querelato, e una di queste ha rimesso la querela. La notizia è emersa questa mattina a Nuoro nell'udienza del processo che vede Marco Palumbo accusato di truffa continuata per aver avviato un crowdfunding sulla piattaforma GoFundMe e raccolto su Post Pay in un conto intestato al figlio circa 150mila euro per delle cure sperimentali che non sarebbero mai avvenute. Fondi che la famiglia, una volta emersi i primi dubbi sull'utilizzo, aveva dichiarato che avrebbe restituito. I difensori dell'imputato, Ginfranco Siuni e Mario Gusi, confidano ora che la condotta riparativa adottata dal loro assistito convinca la giudice Luisa Rosetti a decidere per il non luogo a procedere. Si torna in aula il 31 marzo prossimo. Tutto è partito dalla denuncia del neurologo Vincenzo Mascia che seguiva il malato. Al professionista il padre di Paolo avrebbe fatto credere che il medico israeliano Dimitrios Karoussis avrebbe inserito il figlio in un trattamento sperimentale. Una terapia genetica molto costosa, secondo Marco Palumbo si aggirava intorno a un milione di euro, che aveva convinto il genitore ad aprire la sottoscrizione inducendo diverse persone a fare cospicue donazioni. Tra il 2019 e il 2020, la storia umana di Paolo aveva fatto il giro del mondo, sia per la sua presenza a Sanremo che per l'incontro col Papa e il presidente Mattarella, ma anche per le tante iniziative che aveva messo in piedi, tra cui il faccia a faccia all'Expo con Barack Obama. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra a Gaza: decine di morti nel capo di Nuseirat, la Nuova Zelanda contro Israele

Pakistan: tre morti e venti feriti in un attacco durante una marcia per la pace

Blocco informatico: lento ripristino delle attività dopo l'aggiornamento di Crowdstrike